fbpx
Formazione

L’ora migliore per studiare e formarsi

Corsi universitari e corsi di formazione di alto livello possono aiutare tutti coloro che sono alla ricerca di un lavoro a trovare un impiego ad hoc, calibrato sulle loro abilità e sul loro talento, nonché sulle loro aspettative economiche. Tutto questo è vero, ma affinché sia possibile raggiungere questo risultato è di fondamentale importanza scegliere gli orari migliori in cui studiare e mantenere il giusto ritmo. 

Mantenere il giusto ritmo 

Molte persone credono che per riuscire ad avere successo nello studio sia necessario stare sui libri o davanti allo schermo di un computer anche per 8 ore al giorno consecutivamente. In realtà non è affatto così. Per riuscire ad avere successo, 5 ore di studio al giorno sono più che sufficienti. Deve però trattarsi di ore non consecutive, da inserire nei momenti più produttivi della giornata, e da alternare tra la mattina e il pomeriggio in modo adeguato. 

Non solo, è necessario che siano inseriti dei momenti di riposo. Ogni ora di studio, sarebbe necessario fermarsi per almeno una decina di minuti. In questo modo il cervello può evitare il burnout, il cortocircuito, e può mantenere alta la concentrazione e la capità quindi apprendimento. 

Gli orari migliori per studiare e formarsi 

Detto questo, cerchiamo di capire insieme quali sono i momenti migliori della giornata in cui studiare:

  • Mattina. La mattina è il momento migliore della giornata in assoluto in cui studiare. Proprio la mattina quindi dovrebbe essere dedicata alla maggior parte dello studio. Su 5 ore di studio, 3 ore possono essere inserite durante la mattina quindi. Questo perché la mente al mattino è riposata, pronta quindi a lavorare al meglio e ricettiva. Ovviamente è bene però svegliarsi al mattino presto e cercare di dormire molte ore, andando a letto ad un orario decente e che sia sempre lo stesso ogni notte. 
  • Pomeriggio. Il pomeriggio è possibile inserire un’altra ora di studio, sempre che però si sia consumato un pasto molto leggero oppure si abbia avuto modo di riposare un po’. 
  • Sera. La sera, prima di cena ovviamente, è possibile ritagliarsi un’altra ora di studio. La mente arrivata a questo momento della giornata non è più pronta e ricettiva come poteva esserlo al mattino. Questo quindi è un orario in cui non è bene cercare di studiare qualcosa di nuovo. Deve essere dedicato questo momento al ripasso e alla ripetizione delle conoscenze già acquisite. 
quando-studiare

Queste indicazioni, è giusto sottolinearlo, sono però generiche. Ogni individuo è infatti un mondo a parte. Ci sono persone che studiano benissimo in piena notte e che invece non riescono proprio ad aprire i libri di giorno. Sono eccezioni, ma ci sono, ed è giusto che tu lo sappia nel caso in cui lo schema proposto non riesca a garantire eccellenti risultati. 

Gli orari sono importanti, ma è altresì necessario cercare di rendere il proprio ambiente adatto allo studio. Meglio scegliere un luogo dove non ci siano distrazioni e dove i rumori ambientali non siano fastidiosi. Meglio scegliere inoltre una scrivania attrezzata, ordinata, dove sia disponibile tutto ciò di cui si ha bisogno per studiare. 

Show More

Redazione

CorsieLavoro.it è il portale dedicato al mondo della formazione e della ricerca del lavoro. È capitato a tutti di attraversare un momento della vita in cui vogliamo cambiare, avere degli strumenti per poter far un salto di carriera oppure semplicemente siamo alla ricerca di un posto di lavoro. Noi siamo qui per questo :)

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button