fbpx
Lavoro

Come ottenere un colloquio: ecco cosa scrivere nel CV

Principalmente dobbiamo pensare che il nostro curriculum vitae è il nostro biglietto da visita, è il primo passo verso la creazione di un interesse, a cui ne seguiranno altri come una telefonata, un colloquio conoscitivo, un processo di selezione.

Non dimentichiamoci che dev’essere ordinato, chiaro, completo e aggiornato, perché senza alcun dubbio in questo modo diventerà più apprezzato di un curriculum scritto in maniera disordinata e confusa. Pertanto sarà importante lavorare su una scrittura senza errori di battitura o grammaticali e, in seguito, ci si dovrà dedicare a perfezionarne la grafica. 

Per colpire l’attenzione del lettore, in particolar modo, sforzati di curare

  • layout di pagina 
  • carattere
  • dimensioni del carattere
  • formattazione

Qualora volessi includere la foto ricorda alcune regole

  • Professionale                     evita di ritagliarla da foto di gruppo.
  • Aggiornata                          devono riconoscerti quando andrai al colloquio.
  • Sfondo neutro                   non deve esserci niente che risalti più del tuo volto.
  • Ad alta risoluzione           non deve apparire sgranata.
  • Formato mezzobusto       una foto del volto che comprende anche le spalle
  • Sorriso                                 naturale e non forzato
  • Giusto Abbigliamento     devi essere sobrio e curato

Altra cosa che non deve mancare sono le informazioni personali

  • Nome e Cognome            meglio mettere prima il nome e poi il cognome. 
  • Data di nascita                 va inserita sempre
  • Residenza                          se domicilio è diverso indicare entrambi
  • Telefono                             un numero di cellulare a cui siete sempre reperibili 
  • Mail                                      una mail che controllate frequentemente
  • Patente                               tutte quelle possedute 
  • Linkedin                             solo se un profilo completo indicare URL
  • Skype                                   può servire per colloqui on line

Il percorso formativo deve contenere il nostro percorso di studi e i corsi: ricorda che anche i corsi sono importanti perché indica quanto abbiamo investito su noi stessi. Indica le date e i risultati conseguiti e dove li hai svolti. 

Per quanto riguarda la votazione conseguita, consiglio di indicarla solo se è alta, altrimenti non aggiunge alcun valore.

Se hai iniziato una facoltà universitaria e non l’hai portata a termine può comunque essere importante aggiungerla.

Le esperienze lavorative devi mostrare innanzitutto quello di cui ti occupi attualmente o di cui ti sei occupato in passato, per dare più rilevanza anche al tuo settore e alla posizione a cui aspiri.

  • Posizione    ricoperta o ruolo nell’azienda
  • Mansioni     dettagliare le competenze
  • Durata         durante il quale si è lavorato, con date comprensive di mese ed anno
  • Dove             indicare il nome completo dell’azienda
  • Facoltativo: il settore di mercato o la tipologia di contratto

Evita di inserire esperienze controproducenti o non rilevanti per la posizione per cui ti candidi, ricorda di presentarti per una mansione specifica. 

Nelle ulteriori informazioni possiamo indicare la nostra disponibilità a trasferte o trasferimenti o una nostra attività di volontariato.

Hobbies o interessi  devono raccontare qualcosa di te: suonare uno strumento musicale trasmette agli altri la sensazione che tu sia una persona creativa, se pratichi uno sport che richiede perseveranza, può raccontare molto sulla tua attitudine personale.

Ricorda infine di indicare il trattamento dei dati personali, è molto importante

Ultimo consiglio

Ricontrolla sempre il tuo curriculum prima di inviarlo, perché capita a tutti di sbagliare.

E ora…Buon Lavoro e in bocca al lupo!

Show More

Diana Mantellassi

Sono laureata in Filosofia e mi sono sempre occupata di Hr con particolare attenzione alle attività di ricerca e selezione del personale ed interventi della valutazione ed orientamento professionale con le tecniche di analisi dei fabbisogni professionali e sono stata inoltre responsabile del progetto di organizzazione relativo alle politiche attive del lavoro. Da qualche anno mi dedico alla formazione nell'ambito delle risorse umane e delle soft skills.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button