fbpx
Lavoro

Curriculum europeo, che cos’è e come si compila? Consigli ed esempi pratici

Anche se è un formato standard, ogni curriculum europeo è unico e personale, per questo motivo non è possibile avere una regola generale per la sua creazione. Nonostante questo ci sono delle regole fondamentali di stile e inclusione che non devono mai essere sottovalutate:

  • Includere sempre tutti i dati personali dal nome, città, numero di telefono, indirizzo mail e sito web se a disposizione
  • Includere sempre una foto così che il datore di lavoro abbia una percezione della persona che ha scritto quel documento
  • Includere un profilo personale con un piccolo riassunto sulla propria storia, quali sono gli obiettivi di vita e il motivo della candidatura per quel mestiere specifico
  • Non deve mai mancare una parte dedicata alla formazione scolastica includendo anche corsi e master
  • Ci si concentra poi su tutte le esperienze lavorative che sono state svolte negli anni (anche stagionali o sotto forma di stage)
  • Elenco delle competenze specifiche e delle proprie doti (comunicative, organizzative, problemi solving e così via, le cosiddette hard e soft skills -approfondisci leggendo questo articolo-)
  • Lingue straniere conosciute e livello sia scritto e sia parlato. Evidenziare anche se si tratta di una conoscenza tecnica oppure a livello turistico.

Altri elementi che si possono aggiungere ma non sono obbligatori, servono prettamente per portare il datore di lavoro ad avere una conoscenza del soggetto candidato a 360°:

  • Gli  interessi e hobby 
  • I viaggi che sono stati fatti e le conoscenze personali 
  • Le referenze che devono essere autorizzate dalle persone in oggetto
  • Corsi di formazione
  • Attività extracurriculari che possono dare un quid aggiuntivo al documento. 

Curriculum formato europeo, come nasce e perché

Una volta comprese le regole generali di un documento di presentazione come candidatura per una specifica mansione, si va nello specifico.

Il curriculum europeo è stato introdotto nel 2002 dalla Commissione Europea al fine che tutti i cittadini degli Stati Membri potessero esercitare la propria professione anche oltre i confini del proprio Paese di residenza. Non solo, anche per la redazione di un documento unico, chiaro che si trasforma in strumento per ogni datore di lavoro. 

due donne sedute alla scrivania con un curriculum sul tavolo

Ecco che nasce quindi il CVE diventando un modello standardizzato consentendo di uniformare su scala europea la presentazione di un candidato con suddivisione di studi, esperienze e competenze personali.

Come si compila e caratteristiche

Il cv europeo ha la caratteristica unica di possedere una presentazione grafica molto rigida. Il suo layout è a colonne con nomi delle sezioni e la sua compilazione in maniera adeguata è un passo molto importante: per questo motivo il consiglio è quello di preparare una base sempre pronta all’uso, per poi modificarla se necessita nel momento in cui si invia la propria candidatura.

La compilazione che viene richiesta per il curriculum formato europeo è la seguente:

  • Tutte le informazioni personali con dati anagrafici riportando mail e numero di telefono. Il sito web non è presente ma si può aggiungere nel caso in cui si avesse a disposizione.
  • Esperienze lavorative partendo dalla più recente alla più datata e non il contrario. Ogni esperienza deve essere correlata da una specifica sulle date di inizio e fine, nome azienda, ruolo svolto.
  • Istruzione e formazione partendo dal titolo di studio ultimo al più vecchio aggiungendo anche master e specializzazione senza tralasciare votazioni e date specifiche. Se il soggetto ha conseguito la Laurea specificare anche qualche dettaglio sull’argomento della tesi, soprattutto se affine con la posizione desiderata. 
  • Conoscenze linguistiche in riferimento al Quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER). Cosa significa? Per ogni lingua conosciuta bisogna indicare il livello di comprensione, conversazione e scrittura. Mai sovrastimare il livello di conoscenza lingue perché durante il colloquio si potrebbe essere messi alla prova pratica. 
  • Competenze comunicative e organizzative 
  • Competenze tecniche informatiche con strumenti utilizzati e/o conosciuti
  • Competenze artistiche 
  • Patente di guida in possesso
  • Ulteriori informazioni aggiuntive che possano dare un quadro aggiuntivo alla candidatura
  • Al fondo da non dimenticare il consenso dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679)

Dove trovare il CV europeo da compilare

Ci sono dei siti web che offrono ai candidati il modello di curriculum europeo già pronto e solo da compilare. In alcuni casi ci sono anche servizi a pagamento che permettono di ricevere a casa il curriculum completo.

Qui si possono trovare i modelli formato europeo da scaricare e compilare:

Continua a leggere »

Redazione

CorsieLavoro.it è il portale dedicato al mondo della formazione e della ricerca del lavoro. È capitato a tutti di attraversare un momento della vita in cui vogliamo cambiare, avere degli strumenti per poter far un salto di carriera oppure semplicemente siamo alla ricerca di un posto di lavoro. Noi siamo qui per questo :)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche
Close
Back to top button